Ville

Negli ultimi anni sono sempre più le persone che scelgono queste soluzioni per creare uffici, studi ma anche case definitive e non solo soluzioni per le vacanze.
Può sembrare assurdo vivere in un container, soprattutto per noi italiani che abbiamo una concezione molto tradizionale della casa. Ma in periodi come questo, dove la crisi ha messo in discussione tutto il mercato immobiliare, il container può essere una valida alternativa: economica, sicura, accessibile, ecologica e mobile.

Le case container sono già una realtà in molti paesi europei. A Londra ed Amsterdam esistono già due “container city” costruite per l’80% da materiali riciclati. E in California, dove le case non sono semplici appartamenti, hanno già spopolato le ville container, particolarmente adatte per il territorio, come noto, altamente sismico. Si tratta di vere e proprie dimore di lusso, dotate di tutti i confort possibili ed immaginabili, con un occhio all’impatto ambientale.
Le Ville Hometainer occupano superfici variabili e posso essere disposte su più piani.

Il tutto organizzato in modo da risultare compatte e uniche, sfruttando la modularità per ricreare degli ambienti originali.

Ciò che caratterizza maggiormente la struttura di queste Hometainer, sotto il profilo architettonico, è l’uso delle vetrate, capaci di filtrare grandi quantità di luce naturale, mentre l’intera impalcatura esterna è in acciaio.
Grande cura viene data alla sostenibilità dei materiali scelti e all’efficienza energetica, risolvendo uno dei maggiori problemi dell’edilizia attuale e proponendo una soluzione che riutilizza uno dei contenitori più usati al mondo per il trasporto delle merci.

Compila il modulo e premi Invia!

Vieni a trovarci!